h lavovietri

  • L’ANTICA LAVORAZIONE DELLA<br />CERAMICA A VIETRI SUL MARE
  • <h6>Pietra nera di fuliggine, culla d’arte<br />Acqua che modella l’argilla, aria, ancora degli smalti...</h6>
  • <h6>fuoco, scintilla che dà vita ai colori. Bocca di fuoco spalancata nel buio, arde, brucia, investe di alito caldo<br /><em>Stefania Siani<em></h6>

“Pietra nera di fuliggine,
culla d’arte
Acqua che modella l’argilla,
aria, ancora degli smalti,
fuoco, scintilla che dà vita ai colori.
Bocca di fuoco spalancata nel buio,
arde, brucia, investe di alito caldo”.

Stefania Siani

Le botteghe artigiane di Vietri Sul Mare lavoravano l’argilla delle cave di Ogliara. Le vasche di decantazione servivano a pulire l’argilla che veniva filtrata e confezionata a panetti. Quindi si forgiavano le piastrelle con stampi in legno. Dopo l’essicazione si rifiniva a mano il manufatto e lo si infornava. Si smaltava il biscotto quindi lo si decorava a mano libera e lo si infornava nuovamente.